8 marzo, Giornata internazionale della donna, perché si festeggia

8 marzo, perché proprio questa data è stata scelta per la Giornata internazionale della donna: ecco le motivazioni

8 MARZO FESTA INTERNAZIONALE DELLA DONNA – Come ogni anno in ricorrenza della celebrazione della festa della donna è consueto regalare una mimosa alle proprie donne. Ma qual è il simbolo celato dietro un gesto così ricorrente e perché proprio in questa data? In realtà questa celebrazione si tiene negli Stati Uniti a partire dal 1909. In alcuni paesi europei dal 1911 e in Italia dal 1922. Comunemente ribattezzata festa della donna, anche se è più corretto Giornata internazionale della donna, poiché la motivazione non è la festa ma una riflessione.

Una leggenda metropolitana vuole legarla a una strage avvenuta in una fabbrica tessile, ma in realtà ha un’origine molto importante: l’8 marzo 1917, in Russia vi fu una manifestazione guidata dalle donne, manifestazione che viene considerata l’inizio della rivoluzione d’ottobre. Il femminismo rivendicava pari diritti per uomini e donne. Le donne russe chiesero “pane e pace”; quattro giorni dopo lo sciopero lo zar fu costretto ad abdicare e il governo provvisorio concesse alle donne il diritto di voto.

È stata Clara Zetkin a fondare la “Giornata internazionale della donna” in quanto non esisteva una vera e propria data e si scelse proprio la data dell’inizio dello sciopero. poi adottata anche dall’ONU

Il simbolo della la mimosa

Il simbolo della mimosa, a quanto pare, ha un’origine tutta italiana. A sceglierla come rappresentate della Festa della Donna, infatti, sarebbero state Teresa NoceRita Montagnana e Teresa Mattei. Con la stipula della Carta dei diritti della donna avvenuta a Londra e anche l’Italia si allineò con i suoi paesi vicini.

Fonte Ascatania.beniculturali.it qui

Continua a seguirci su Facebook qui

Leggi anche: “Quattro barchette rosse per pulire la baia: Hong Kong contro la plastica” qui